IL SENTIERO DEI DESIDERI

    Opuscolo di primo soccorso psicologico

    IL SENTIERO DEI DESIDERI

    Opuscolo di primo soccorso psicologico

    PREFAZIONE

    Tra il calore del mio studio e i mille colori,
    Tra metafore e desideri, Nascono gli incontri.

    Amo incontrare le persone, amo osservare, amo entrare in contatto, amo accompagnarle lungo il sentiero dei desideri.

    In una seduta di psicoterapia accade che l’incontro tra due persone genera una relazione unica fatta di intimità senza legame

    opuscolo primo soccorso psicologico
    opuscolo primo soccorso psicologico

    Tra il calore del mio studio e i mille colori,
    Tra metafore e desideri, Nascono gli incontri.

    Amo incontrare le persone, amo osservare, amo entrare in contatto, amo accompagnarle lungo il sentiero dei desideri.

    In una seduta di psicoterapia accade che l’incontro tra due persone genera una relazione unica fatta di intimità senza legame

    cliente e terapeuta

    Si incontrano due esperti: il paziente o, come amo definirlo io, il cliente e il terapeuta.

    Il cliente è esperto della sua vita e nessuno, compreso il terapeuta, conosce più di lui;
    il terapeuta è esperto processo.

    È proprio da questo incontro che nasce la sintesi, ovvero un qualcosa di nuovo, di diverso.

    Mi rendo conto che l’utilizzo delle metafore arriva dritto, donando “il senso” all’altro.

    Mi rendo conto di quanto i “vecchi detti” aiutano le persone ad aprire gli occhi su quello che hanno sotto il loro naso.

    Mi rendo conto che utilizzo delle frasi in terapia che sono per me la strada principe dell’incontro con la possibilità di trasformare la difficoltà in opportunità.

    incontro che cura




    Credo
    nell’incontro che cura,
    nella sensazione che modifica,
    nella capacità di vedere sé stessi privi di giudizi

    Credo
    nell’incontro che cura,
    nella sensazione che modifica,
    nella capacità di vedere sé stessi privi di giudizi

    incontro che cura

    È nata da qui l’idea di racchiudere le frasi che caratterizzano il mio stile di terapia, il mio stile di vita,

    in un "taccuino tascabile" in grado di sostenere e donare sorrisi, un po’ come un piccolo opuscolo di primo soccorso psicologico.

    Ringrazio Martina per avermi aiutata nella raccolta delle frasi e delle immagini.

    Anna

    accontentarsi

    Image
    Image
    accontentarsi

    Chi si accontenta nella vita gode,
    Chi si accontenta in amore muore.

    sperimentare

    Se vuoi una cosa che non hai,
    devi fare una cosa che non hai mai fatto.

    aspettative

    Image
    Image
    aspettative

    Le aspettative sono il biglietto da visita per l’infelicità.

    scarafaggi

    Se cerchi tra scarafaggi, scarafaggi troverai.

    onestà

    Image
    Image
    onestà

    Onesti con sé stessi, meno con gli altri.

    lamento

    Il lamento è come una sedia a dondolo: ti tiene impegnato ma non ti muove da dove sei.

    paraocchi

    Image
    Image
    paraocchi

    Se una persona ti dice che sei un cavallo puoi non crederci, ma se un intero gruppo ti dice che sei un cavallo ti conviene andare a comprare una sella.

    possibilità

    Image
    Image
    dire

    Non hai il potere di “far capire” ma solo di dire.

    medico

    ‘Mend o’ mierc sturiav o’ malat murett.

    difficoltà e possibilità

    Dove c’è difficoltà c’è possibilità.

    protagonista

    Image
    Image
    da protagonista

    Se fai le cose per piacere o accontentare gli altri, avrai solo un pubblico felice ma non sarai il protagonista della tua vita.

    tunnel

    Se sei in un tunnel, smetti di correre: per raggiungere l’uscita conviene arredarlo.

    amarsi

    Image
    Image
    amarsi

    Quella che vedrai riflessa nello specchio sarà colei che ti accompagnerà per il resto della vita... Conviene trattarla bene!

    come

    Image
    Image
    il tuo mondo

    Non puoi salvare il mondo degli altri, puoi salvare solo il tuo.

    il come

    Il “come” è la parola chiave non il perché .

    il come

    La prima bracciata che darai non ti porterà alla boa tanto desiderata ma certamente ti toglierà dalla riva.

    perché

    Image
    Image
    il perchè

    A volte muoversi troppo vuol dire restare impantanati nelle sabbie mobili.

    corde dei marinai

    La vita è come le corde dei marinai: i singoli fili si intrecciano e quelli più corti vengono mantenuti dai più lunghi.

    il perchè

    A quale scopo faccio questa determinata cosa? Del perché non me ne faccio nulla.

    natura

    Image
    Image
    natura

    La natura non sbaglia mai.

    corpo

    Non abbiamo un corpo ma siamo il nostro corpo!

    corpo

    Image
    Image
    corpo

    Il corpo è saggio, in ogni situazione sa perfettamente cosa fare.
    Basti pensare alla prima volta che si è fatto l’amore: nessuno ce lo ha insegnato, eppure il corpo sapeva benissimo cosa fare.

    empatia

    Image
    Image
    campo

    La persona è immersa in un campo che può variare.

    contagio

    L’empatia è possibile solo attraverso il contagio, altrimenti non c’è relazione.

    creatività

    Image
    Image
    creatività

    L’organismo è un’organizzazione complessa aperta che elabora meccanismi interni ed esterni.

    Il trascendente trasforma il meccanico in creatività.

     

    mondo

    Image
    Image
    mondo

    Ciò che conosco non è il mondo in sé ma è il contatto che ho con esso, ovvero l’esperienza che ho del mondo.

    occhio

    Image
    Image
    occhio

    L’occhio che guarda non è un occhio neutro ma intenzionato, quindi seleziona alcuni elementi.

    tensione

    L’individuo nel suo ambiente non può essere privo di IN-TENSIONE, ovvero elastico.

    pensiero

    Image
    Image
    pensiero

    La mia intenzione non può dare risposte diverse dalla mia storia.

    L’intenzione può essere cosciente e/o incosciente.

    guidare

    L’organismo tende al risparmio: automatizza tutto ciò che è possibile automatizzare.
    Esempio: guidare

    rischio

    Image
    Image
    scoiattolo

    Il mondo è IN-DIVENIRE.
    Esempio: mentre guido sbuca uno scoiattolo.
    Lo scoiattolo rappresenta il “IN-DIVENIRE”.

    trust yourself

    Per uscire dalla ripetibilità bisogna assumersi il RISCHIO (non so a cosa vado incontro).

    Il rischio si poggia sulla fiducia che ho in ME.

    seduta: respirare

    Image
    Image
    seduta

    Terapeuta e Cliente

    T: su cosa vuoi lavorare oggi?
    C: non so, è indifferente. Scegli tu.
    T: dimmi dove vuoi andare, dimmi cosa vuoi e io ti aiuto.
    C: vorrei tanto rilassarmi.
    T: bene, ti va di iniziare a prendere contatto con il tuo respiro?
    C: sì, era questo che intendevo: silenzio e respirare...

    seduta

    Terapeuta e Cliente

    T: su cosa vuoi lavorare oggi?
    C: non so, è indifferente. Scegli tu.
    T: dimmi dove vuoi andare, dimmi cosa vuoi e io ti aiuto.
    C: vorrei tanto rilassarmi.
    T: bene, ti va di iniziare a prendere contatto con il tuo respiro?
    C: sì, era questo che intendevo: silenzio e respirare...

    progetto

    Image
    Image
    progetto

    Il progetto di vita non esiste, si fa. Si attualizza attraverso le scelte.

    Non puoi prescindere da chi sei, sei le tue scelte.

    progetto

    Il progetto di vita è costantemente creato, dunque può cambiare.

    seduta: rinuncia

    Image
    Image
    seduta

    Terapeuta e Cliente

    T: Cosa scegli di fare parte?
    C: Non so scegliere.
    T: Cos'è la scelta?
    C: È una decisione
    T: E se ti dicessi che è una rinuncia?

    ------------silenzio-------------

    T: Sei sorpreso?
    C: Sì. Non ho mai visto la scelta in questa ottica. Allora vuol dire che non so rinunciare.
    T: È interessante questa visione. Operi rinunce di continuo, ad esempio oggi per essere qui certamente hai rinunciato a guardare la TV in questo momento. Dunque sai rinunciare. A cosa non vuoi rinunciare allora nel tuo lavoro?
    C: Al fatto che i colleghi potrebbero vedermi poco disponibile.
    T: Dunque per essere sempre disponibile con loro rinunci ad esserlo per te stesso!
    C: Sì, è pesante anche perché non mi godo nulla di quello che faccio.
    T: Caspita, è un grande prezzo che scegli di pagare per mostrare la tua bontà agli altri. Io sento dispiacere. Tu?
    C: Sono incazzato. Sai che faccio? Oggi vado in montagna, voglio arrivare in cima al castello e scattare una foto.
    T: Ottima idea. Così facendo a cosa rinunci?
    C: A sembrare buono agli occhi dei colleghi finendo il lavoro... Ma sì! Mi piace, oggi voglio aria sul viso.

    seduta

    Terapeuta e Cliente

    T: Cosa scegli di fare parte?
    C: Non so scegliere.
    T: Cos'è la scelta?
    C: È una decisione
    T: E se ti dicessi che è una rinuncia?

    ------------silenzio-------------

    T: Sei sorpreso?
    C: Sì. Non ho mai visto la scelta in questa ottica. Allora vuol dire che non so rinunciare.
    T: È interessante questa visione. Operi rinunce di continuo, ad esempio oggi per essere qui certamente hai rinunciato a guardare la TV in questo momento. Dunque sai rinunciare. A cosa non vuoi rinunciare allora nel tuo lavoro?
    C: Al fatto che i colleghi potrebbero vedermi poco disponibile.
    T: Dunque per essere sempre disponibile con loro rinunci ad esserlo per te stesso!
    C: Sì, è pesante anche perché non mi godo nulla di quello che faccio.
    T: Caspita, è un grande prezzo che scegli di pagare per mostrare la tua bontà agli altri. Io sento dispiacere. Tu?
    C: Sono incazzato. Sai che faccio? Oggi vado in montagna, voglio arrivare in cima al castello e scattare una foto.
    T: Ottima idea. Così facendo a cosa rinunci?
    C: A sembrare buono agli occhi dei colleghi finendo il lavoro... Ma sì! Mi piace, oggi voglio aria sul viso.

    orizzonti

    Image
    Image
    innamoramento

    L’innamoramento è un delirio.

    occhi chiusi

    Ho occhi per guardare e paura di vedere.

    fantasie

    Di fantasia in fantasia si arriva ai bisogni reali del momento.

    fantasie

    Il movimento produce un cambiamento di orizzonti.

    immagine

    Image
    Image
    immagine

    Il sentire che si trasforma in esperienza produce l’immagine.

    L’immagine contiene un significato specifico per la persona che la crea.

    cuore

    Il sentire non è mai volontario.

    ovvio

    Image
    Image
    l'ovvio

    L’ovvio si sente. La verità si pensa.

    pedalare

    La connessione tra il digitale e l’analogico è come andare in bicicletta: un equilibrio instabile, ovvero sei in equilibrio fin quando non smetti di pedalare.

    psicoterapia

    La psicoterapia è intimità senza legami.

    tradimento

    Image
    Image
    l'amore

    Per sempre solo finché dura l’amore.

    tradimento

    Il tradimento è tanto di chi lo fa quanto di chi non ha impedito che accadesse.

    patto

    Non si tradiscono le persone ma i patti fatti.

    ricambiare

    In coppia ognuno ha un diritto essenziale: amare ed essere amato.

    coppia

    Image
    Image
    fidanzati

    In coppia non va detto tutto.
    Esempio: se sono in giro con un'amica è permesso dire - se vedo un bel ragazzo - : “quanto è bono quello”. Posso fare lo stesso se sono in giro con il fidanzato?

    petali di rose

    La coppia è un ring fatto di petali di rose: diamo il peggio di noi stessi ma bisogna fare attenzione a non calpestare.

    petali di rose

    Si perdono le cose non le persone.

    mistero

    Image
    Image
    mistero

    L’amore è un mistero.

    gelosia e invidia

    Gelosia per le persone.
    Invidia per le cose.

    impotenza

    L’essere umano è impotente di fronte a 3 cose:
    - la morte;
    - l’amore;
    - le scelte degli altri.

    morte

    Le uniche certezze dell’essere umano sono la morte e l’incertezza.

    le 4 porte del cuore

    Image
    Image
    le 4 porte del cuore

    Ogni stanza ha una caratteristica specifica unica e appartenente esclusivamente a quella stanza.
    Pertanto non sono né interscambiabili né comunicanti.
    Se entri in una stanza devi chiudere la porta alle tue spalle.
    L'apertura di più porte insieme è la nascita di veri e propri intrecci fino ad ottenere dei gran bei disastri.
    Una volta sconfinato, riequilibrare il tutto è difficile.

    leggenda del cammello

    Image
    Image
    la leggenda del cammello

    Si narra che il cammello nell’antichità possedeva le corna del cervo. Un giorno il cervo andò dal cammello e gli chiese in prestito le corna promettendo che al calar del sole lì all'orizzonte le avrebbe riportate. Il cammello si fidò e diede le sue belle corna al cervo, il quale le indossò e si avviò. Il cammello restò lì a guardare l’orizzonte.
    Il sole calò e del cervo nessuna notizia. Ancora oggi il cammello è lì con lo sguardo verso l’orizzonte

    direzione

    Image
    Image
    amore e vulnerabilità

    L’amore ci rende vulnerabili.

    frustrazione

    La frustrazione può essere sopportata solo se c’è interesse.

    capire

    Se non lo sai spiegare è perché non lo hai capito veramente.

    direzione

    Prendi la direzione opposta all’abitudine e quasi sempre farai bene.

    seduta: felice

    Image
    Image
    felice come il sole

    Terapeuta e Cliente
    T: Come stai?
    C: Mhmm, non lo so
    T: Se tu fossi un colore, quale colore saresti?
    C: Giallo
    T: Un giallo chiaro o scuro?
    C: Molto forte, carico. Come il sole.
    T: Ah! E se questo sole stesse sul tuo corpo dove starebbe?
    C: Qui! (toccandosi il petto). Sul cuore.
    T: Si muove o è fermo?
    C: Pulsa, si muove fa così (muove le mani sul petto)
    T: E se questo sole sul cuore avesse un nome che nome avrebbe?
    C: Felice
    T: Dunque possiamo dire che in questo momento senti felicità?
    C: Si sono felice!

    felice come il sole

    Terapeuta e Cliente
    T: Come stai?
    C: Mhmm, non lo so
    T: Se tu fossi un colore, quale colore saresti?
    C: Giallo
    T: Un giallo chiaro o scuro?
    C: Molto forte, carico. Come il sole.
    T: Ah! E se questo sole stesse sul tuo corpo dove starebbe?
    C: Qui! (toccandosi il petto). Sul cuore.
    T: Si muove o è fermo?
    C: Pulsa, si muove fa così (muove le mani sul petto)
    T: E se questo sole sul cuore avesse un nome che nome avrebbe?
    C: Felice
    T: Dunque possiamo dire che in questo momento senti felicità?
    C: Si sono felice!

    vivere

    Image
    Image
    certezza

    Dell’ovvio mi posso fidare.

    Abbandono la certezza per il mistero di sé e dell’altro.

    Indago il mio ovvio e lo confronto con il tuo.

    libri

    + Parole - Gesti = la nostra cultura.

    L’essere umano = essere desiderante.

    amore e amico
    vivere o spravvivere

    confondersi

    Image
    Image
    fuori dal tunnel

    Se non vedi la luce in fondo al tunnel inizialo ad arredare.

    La differenza è nel COME.

    La differenza è nel COME.

    Conoscersi per non confondersi.

    Conoscersi per non confondersi.

    relazioni

    Il legame affettivo non è biologicamente dato ma si crea nelle relazioni

    seduta: San Valentino

    Image
    Image
    san valentino

    Terapeuta e Cliente
    C: Cos’hai fatto a San Valentino?
    T: Eh, cosa ho fatto... Tu cosa immagini che io abbia fatto?
    C: Sei stata con il tuo ragazzo?
    T: Eh, un pochino. Sarai mica geloso
    Ah, sei geloso come una donna ⇒ (sadismo)

    san valentino

    Terapeuta e Cliente
    C: Cos’hai fatto a San Valentino?
    T: Eh, cosa ho fatto... Tu cosa immagini che io abbia fatto?
    C: Sei stata con il tuo ragazzo?
    T: Eh, un pochino. Sarai mica geloso
    Ah, sei geloso come una donna ⇒ (sadismo)

    amicizia

    Image
    Image
    AMICIZIA

    AMICIZIA
    Il legame affettivo per eccellenza.
    È la forma più libera dell’amore.

    empatia

    EMPATIA
    Indosso i panni dell’altro e immagino come ci si sente.

    compassione

    COMPASSIONE
    Riconosco il diritto dell’altro di essere così com’è piuttosto come io vorrei che fosse.



    EMPATIA e COMPASSIONE



    EMPATIA e COMPASSIONE



    fondamenti dell’AMICIZIA



    fondamenti dell’AMICIZIA

    sentimento

    Image
    Image
    sentimento

    SENTIMENTO:
    cosa ci voglio fare con quello che sono?

    RANCORE
    Legame affettivo forte. Se esiste il rancore non si può essere liberi e si pretende che gli altri siano diversi da quello che realmente sono.

    RISENTIMENTO
    La colpa non è mia ma sempre degli altri.

    dipendenza

    Un comportamento opposto da adulto se mantenuto è una dipendenza.

    adattamento

    Image
    Image
    saggezza organismica

    Saggezza organismica non è perfetta ma produce e aiuta la persona a trovare il suo adattamento nelle condizioni date.

    adattamento

    Organismo + ambiente = adattamento

    L’emozione è il primo cambiamento nell’organismo verso l’ambiente.

    La patologia per un gestalista è il migliore adattamento che la persona ha trovato ma che gli crea sofferenza.

    Patologia

    adattamento non creativo


    Patologia


    adattamento non creativo

    sensi

    Image
    Image
    sensi

    In gestalt si sprona il soggetto ad immaginare.

    L’immaginazione interessa tutti e 5 i sensi:
    - Posso immaginare il gusto del cioccolato che ho mangiato;
    - Posso immaginare il tatto di una coperta morbida;
    - Posso immaginare l’odore di un profumo di una persona;
    - Posso immaginare il suono di un fischio;
    - Posso immaginare la visione del mio letto.

    ricordo

    Image
    Image
    ricordo

    L’immaginazione può essere unita al ricordo.

    Il ricordo viene grazie all’immaginazione.

    evocazione oggetto

    L’immaginazione evoca un oggetto anche quando questo è assente.

    gestalisti

    I gestalisti si basano sul linguaggio del corpo.

    sbagliare

    Image
    Image
    gestalisti

    Siamo un insieme di cose questo vuol dire che siamo composti di “e - e” non di “o - o”.

    silenzio in terapia

    Il silenzio in terapia è sinonimo di pazienza.

    alternative in terapia

    Il compito del terapeuta è offrire alternative, nuovi e diversi punti di vista.

    sbagliando si impara

    In gestalt: SOLO sbagliando si impara.

    consapevolezza

    Image
    Image
    frustrazione

    Due bisogni/desideri in contrapposizione trovano un punto di incontro e quindi di soddisfazione. Questo non è sempre possibile e da qui nasce la frustrazione.

    consapevolezza

    La consapevolezza è una caratteristica tipica della mente umana. È un continuum di fluire, è l’insieme delle esperienze che agevola la dinamica tra figura-sfondo.

    carattere

    Image
    Image
    mente

    Io posso PERCEPIRE la tua emozione, ma SENTO la mia.

    carattere e ambiente

    Il carattere non è altro che la cristallizzazione di un modo di adattarsi all’ambiente.

    consapevolezza

    Il “lì e allora” è importante solo se si riattualizza nel “qui ed ora”.

    oggetto

    Image
    Image

    Il matto NON va in terapia perché l’organismo non reagisce.

    Non esiste emozione senza oggetto.


    Terapeuta e Cliente
    C: Sono felice
    T: Bene, cosa ti rende felice?

    Noi siamo l’effetto di una relazione.

    Il sé è il divenire, è come sto in quel mondo.

    autosostegno

    Image
    Image
    parole

    Le parole costruiscono mondi interni ed esterni, rendono presente il passato e il futuro.

    desiderio

    Bisogno = passività
    Desiderio = attività

    autosostegno

    Nella terapia si passa dal sostegno all’autosostegno.

    © 2018 Anna De Martino Psicologa Psicoterapeuta |Roccapiemonte, Maiori (Salerno) | Seguimi anche su